CAMBIA LA LITURGIA, MA NESSUNO SE NE RENDE CONTO

Motu Proprio? Il Papa cambia la Liturgia dal basso, dando carta bianca alle Conferenze Episcopali e alle Diocesi. Dovranno e potranno adattare il tutto alle esigenze locali e al linguaggio moderno.Non potendo cambiare la Liturgia dall’alto (causa scisma) inizia dal basso. Il progetto del Papa Bergoglio diventa sempre più chiaro. Lettera apostolica in forma di Motu… Continua a leggere CAMBIA LA LITURGIA, MA NESSUNO SE NE RENDE CONTO

L’OPERA DELLA MADONNA, IN QUALE MANI…

Dopo tante forzature e giochi illusori che da oltre due anni turbano l’operato e la serenità della Fondazione, ed in particolar modo l’umile compito dei due Sacerdoti Don Pasquale Barone (Presidente), e Padre Michele Cordiano (Tesoriere); è arrivata l’ora di dire le cose veramente come stanno, facendo un sunto di tutta la situazione. Sembra quasi che… Continua a leggere L’OPERA DELLA MADONNA, IN QUALE MANI…

IL VESCOVO RENZO, TRA MISERICORDIA ED AMBIGUITÀ 

Lo strenuante silenzio che aveva mantenuto per giorni il Vescovo Luigi Renzo, dopo la fiaccolata organizzata il 10 agosto scorso, dai Cenacoli di Preghiera presenti sul territorio Calabro e non, è stato rotto!Ieri sera la Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea, ha inoltrato una lettera del Vescovo, indirizzata a tutte le Parrocchie della Diocesi,… Continua a leggere IL VESCOVO RENZO, TRA MISERICORDIA ED AMBIGUITÀ 

LA DERIVA DEL GENERALE DEI GESUITI. AD MAIOREM BUDDA GLORIAM?

Padre Arturo Sosa Abascal Generale dei Gesuiti Qualche tempo fa, aveva affermato da un’intervista rilasciata al giornale Papel del Mundo che il diavolo non esiste: “Abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male. Anche i condizionamenti sociali rappresentano questa figura, ci sono persone che si comportano così perché c’è un ambiente dove… Continua a leggere LA DERIVA DEL GENERALE DEI GESUITI. AD MAIOREM BUDDA GLORIAM?

L’INFERNO COME FU SVELATO A SANTA CATERINA DA SIENA ..”questi poveretti si rinnovano i tormenti della visione del demonio, perché nel vederlo essi conoscono più sé stessi, cioè conoscono che per loro colpa se ne sono fatti degni. E per questa ragione il verme rode ancor di più, e il fuoco di questa coscienza non cessa mai di ardere”….

  Santa Caterina da Siena: (1) “Figliola, la lingua non è sufficiente a descrivere la pena di queste povere anime. Come ci sono tre vizi principali – cioè l’amore per sé stessi, da cui proviene il secondo, che è l’amore per la propria reputazione, e dalla reputazione procede il terzo, cioè la superbia, con l’ingiustizia, la… Continua a leggere L’INFERNO COME FU SVELATO A SANTA CATERINA DA SIENA ..”questi poveretti si rinnovano i tormenti della visione del demonio, perché nel vederlo essi conoscono più sé stessi, cioè conoscono che per loro colpa se ne sono fatti degni. E per questa ragione il verme rode ancor di più, e il fuoco di questa coscienza non cessa mai di ardere”….